Occorre impostare dei sistemi colturali più efficienti.

Le nuove misure del Psr, gli andamenti meteorologici diversi, i vincoli normativi e di mercato.

Non si può scordare che:
c'è una minore libertà di scegliere quale coltura mettere in campo;
non tutta la superficie aziendale è disponibile per le colture intensive;
l'applicazione di fertilizzanti-ammendanti organici e minerali è limitata;
la possibilità di impiegare presidi di difesa (erbicidi, insetticidi, …) è limitata per vincoli crescenti;
le lavorazioni tradizionali del suolo sono disincentivate a favore della tecnica di minima lavorazione;
l'uso dell'acqua irrigua è e sarà sempre più rigorosamente regimata e costosa.

La tecnologia, lo studio delle colture, l'analisi dei costi, l'aggiornamento costante.

Fonti:
http://www.obiettivocereali.com/nutrizione-innovativa/cereali-il-greening-richiede-nuove-agrotecniche