Carrello 0

Non hai articoli nel carrello.

LE TESTIMONIANZE

47 NO ALLE GALLINE ALLEVATE IN GABBIA,
MA CI VORRANNO 10 ANNI PRIMA DEL CAMBIAMENTO
http://www.ilfattoalimentare.it/mcdonalds-uova-galline-gabbia.html

L’iniziativa si inserisce nel solco dei cambiamenti imposti alle grandi multinazionali da un’opinione pubblica sempre più sensibile alla qualità nutrizionale degli alimenti e alle produzioni sostenibili, comprese le condizioni di allevamento degli animali.

Scelte Etiche che condividiamo. Vorremmo che il cambiamento sostenesse anche la trasparenza degli alimenti che mangiano gli animali! 

 

48 IL FUTURO È LA PERSONALIZZAZIONE,
NON LA GLOBALIZZAZIONE
http://www.linkiesta.it/it/article/2016/09/30/parola-di-mcdonalds- macche-globalizzazione-il-futuro-e-la-personalizza/31946/

Invertire la rotta anche nella liera corta, con fornitori quali cati delle eccellenze di liere italiane.

Noi suggeriamo di mettere sulle pareti dei locali gure riguardanti l’agricoltura, territori, i fornitori, gli alimenti per gli animali, video che raccontino. 

 

49 IFIS SOSTIENE IL PROGETTO FAO SULLA SICUREZZA ALIMENTARE
http://www.ruminantia.it/?s=fao+sicurezza+alimentare

Garantire la sicurezza dei mangimi, non è un compito che può essere svolto da soli.

Serve uno sforzo comune per rendere ogni fase della catena alimentare sicura e sostenibile.

Ad a ermarlo è la Federazione internazionale dei Produttori dei Mangimi (IFIF).

Tutelare la sicurezza di mangimi e degli alimenti rappresenta quindi la priorità.
La produzione di mangimi sicuri aiuta non soltanto a migliorare la qualità dei cibi, ma anche a ridurre i costi di produzione.

IFIF sostiene che l’industria mangimistica dovrebbe essere sottoposta ad accurati controlli di qualità. Concordiamo e sosteniamo questo dovere e valore da comunicare.

 

 

Mangiare insieme insegna a vivere bene insieme e di conseguenza a mangiare bene.
La festa nasce dall’azione del
condividere, più che da ciò che viene condiviso.

Basta poco e quel poco moltiplica lo stupore dell’incontro, la GIOIA. 

 

51 BENESSERE ANIMALE E ANTIBIOTICI
http://carnisostenibili.it/una-risposta-su-benessere-animale-e-antibiotici/

Meno antibiotici e benessere animale:
in italia, dal 2013, si riscontra il -40% di antibiotici negli allevamenti.

Non rispettare il Benessere Animale è reato.
Una buona e sana alimentazione è una scelta etica.

 

52 IFIS SOSTIENE IL PROGETTO FAO SULLA SICUREZZA ALIMENTARE
https://www.facebook.com/Federalimentare/photos/a.1843096865969799.1073741828.1838960109716808/1891062491173236/?type=3&theater

C’è qualcosa da aggiungere?

 

53 BIOLOGICO, OGM E SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE
http://www.lastampa.it/2016/12/16/blogs/cibo-e-salute/biologico-ogm-e-sostenibilit-ambientale-dmArqZSAGqiDDSTyS0ZtOM/pagina.html

Mangiare sano non vuol dire né ritorno all’antico, né accettazione passiva di alimenti funzionali. L’atto del mangiare, sganciato dal suo ruolo naturale e grati cante, sta diventando per molti una fonte di apprensione igienico-salutistiche.
La riscoperta del gusto della “genuinità” di quei prodotti tipici, cui ha attinto 
per secoli la gente mediterranea, non signi ca contrapporre il nuovo con l’antico. 

 

54 IN REALTÀ, COSA CI FANNO MANGIARE?
http://curiosity2015.altervista.org/6416-2/

 

55 INNOVAZIONE E COMUNICAZIONE SONO LA FORZA MOTRICE
http://www.mangimiealimenti.it/articoli/1761-innovazione-e-comunicazione-la-forza-motrice-del-gruppo-giovani-assalzoo-si-parte-dal-progetto-comunichi-mo-la-filiera 

 

56 L’OSSESSIONE CHE HA PORTATO ALLA PAURA DEI CIBI INDUSTRIALI
http://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie alimentazione/2016/11/28/ortoressia-nuovo-disturbo-da-paura-di-cibi-industriali_a5e22338-a9d2-4d1d-9953-48d1b51fdf49.html

Ortoressia, nuovo disturbo da paura di cibi industriali

In relazione agli studi fatti tra invecchiamento, neoplasie in generale e consumo dei prodotti di origine animale, ci si è resi conto che tutto ciò ha portato a una sorta di deriva veganiana: è diventata una ossessione per molte persone andare alla ricerca di solo cibo vegetariano, di cibo biologico, di cibi che non contengono alcun prodotto industriale. 

 

57 GLI ITALIANI SONO BUONGUSTAI
E CERCANO CIBO SICURO
http://www.repubblica.it/economia/rapporti/osserva-italia/trend/2016/11/18/news/italiani_buongustai_appassionati_e_cercano_cibo_sicuro-152254861/

Il 90,9%, secondo il Censis, dichiara di essere appassionato al cibo e il 71,4% di essere sensibile al tema della sicurezza. Federalinentare lancia “APERTAMENTE”, ’operazione trasparenza delle industrie che aprono gli stabilimenti
al pubblico. 

 

58 LA CARTA DI CREMONA:
SICUREZZA ALIMENTARE E TUTELA ANIMALE
http://www.adnkronos.com/sostenibilita/tendenze/2016/10/27/sicurezza-alimentare-tutela-animali-nasce-carta-cremona_QE5TQYnR9ShLZRPEVsCpjJ.html

Un documento di 7 punti che ssa i capisaldi futuri dell’intero settore agroalimentare italiano: sicurezza alimentare per i cittadini - tutela del benessere degli animali e dell’ambiente - valorizzazione del Made in Italy e del nostro modello produttivo, agricolo, zootecnico, industriale. 

 

 

59 PER CAPIRE CHE COSA MANGIAMO
ENTRIAMO NELLE FABBRICHE
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/entrare-nelle-fabbriche-capire-che-cosa-mangiamo-1363764.html

Iniziativa di Federalimentare per rendere accessibili gli stabilimenti ai consumatori. Essere informati è il primo passo verso una sana alimentazione. 

 

60 IL SEGRETO DEL SUCCESSO SECONDO MARK ZUCKERBERG:
IL TEAM, PERCHÉ NESSUNO CE LA FA DA SOLO
https://www.millionaire.it/mark-zuckerberg-il-segreto-del-successo-e-il-team/

“Non abbiate paura di sbagliare. Saremmo ricordati per quello che abbiamo fatto, non per i nostri errori.
Imparate tanto e il più possibile. E se volete creare un’impresa di successo ricordatevi che nessuno ce la fa da solo.”

— Mark Zuckerberg